Storie dei clienti


Coast to Coast con una Model S 60 kWh

Ethan Weinstein
28 febbraio 2014

Dotata della batteria più piccola offerta attualmente da Tesla, Model S 60 è il modello più scarno della linea. Nel prezzo iniziale di 63 070 dollari (con l'opzione Supercharger abilitata e vivendo in California), sono compresi i viaggi su lunga distanza gratis per tutta la vita. Se ci aggiungiamo l'accesso alle corsie riservate ai veicoli con più occupanti (quando si è da soli), ecco che circolare nelle zone più congestionate degli Stati Uniti a una velocità ragionevole non è più un problema.

Guarda caso, la mia città offre anche parcheggio gratuito nelle zone a parchimetro, come bonus in più per chi vive in quella che alcuni chiamano, con un mezzo sberleffo, la Repubblica di Santa Monica.

Ma arriviamo alla parte drammatica. Quella che tutti vogliono ascoltare. Auto incendiate, bloccate sul ciglio della strada, a combattere contro gli imprevisti. Se volevate leggere storie di questo tipo, forse è meglio se chiudete il browser, bloccate i miei tweet e mi togliete l'amicizia sui social.

Infatti questa è la storia di uno che ha attraversato il paese ed è persino tornato indietro. Utile, se avete mai preso in considerazione di intraprendere un viaggio di questo tipo con un'auto a benzina. Tuttavia, la maggior parte delle persone non viaggia da un capo all'altro del paese. Stavo per cercare su Google la percentuale esatta, ma potete farlo da soli, se proprio vi interessa. A me no.

Se ti piace guidare non c'è un guerriero della strada migliore di Model S, in qualsiasi variante. Ho accumulato 22 500 kilometri da quando me l'hanno consegnata nell'agosto 2013.

Viaggiare su lunghe distanze è differente. Un'ottima city car, a combustione interna o elettrica, ti si può rivoltare contro quando si guida sui lunghi tragitti. Ci sono tubi che si possono forare e cinghie che si possono allentare. Nella peggiore delle ipotesi si può rimanere senza carburante. Dall'avvento dei veicoli elettrici puri, la parola "autonomia" è diventata tabù. In questo senso, Model S 60 kWh è diversa. Ha un'autonomia di 335 km, che si può persino allungare con una guida attenta. Ma su questo ritorneremo più avanti. Non precipitiamoci. Prima di tutto l'itinerario. Dalla stazione Supercharger di Hawthorne a Virginia Beach e ritorno.

La maggior parte degli automobilisti con la versione da 85kWh (e un'autonomia di 426 kilometri) ha superato il problema. Sa che si può fare. Perlomeno è già stato fatto due volte. Una volta da un padre con sua figlia, da New York a Los Angeles. Pochi giorni dopo da una squadra Tesla.

Questo viaggio non supererà alcun record di velocità o di ricarica. Riconosco che avrà un po' il ritmo di una siesta. Ma se si vuole vedere come funziona un veicolo elettrico, come funziona la rete Supercharger e come, con estrema pigrizia, si può ancora guidare da una punta all'altra del paese gratuitamente in circa quattro giorni, allora continuate a leggere.

Il mio viaggio ha uno scopo, certamente, ma sarei potuto anche andare in aereo. No, non ve lo dirò, curiosoni.

In fin dei conti questo viaggio è proprio come tutti gli altri. È tuttavia anche l'ultima parola sull'ansia da autonomia che spesso emerge quando si parla di Tesla. Tesla non produrrà MAI più un'altra auto con un'autonomia inferiore a quella che ho io. Posso fallire. Non c'è nessun salvagente. Pubblicherò gli aggiornamenti la settimana prossima (più o meno), rispondendo a tutte le domande che posso.

Ethan Weinstein


X Deutschland Site Besuchen